de fr it

Betschart

Antica fam. di Svitto, di origine contadina, con tre linee appartenenti alle tre antiche circoscrizioni di Altviertel, Nidwässer e Muotathal; attestata per la prima volta con Heinrich e Töni (1386 a Sempach). Diversi B. della circoscrizione di Muotathal fecero parte del Consiglio svittese e furono pres. (Siebner) della loro circoscrizione; August Karl (->) discende da questo ramo. I B. dell'Altviertel arrivarono a ricoprire le cariche cant. più alte (con quattro Landamani, sette Vicelandamani e tre tesorieri dal 1676 al 1749); nel 1718 vennero nobilitati dall'imperatore Carlo VI. Proprietari, oltre che di parecchi beni a Svitto, del castello Grinau a Tuggen (ca. 1671-1737), furono gli unici B. ad avere una tomba di fam. nella chiesa parrocchiale di Svitto. Da un ramo del casato derivarono i sovrintendenti ai battelli e i luogotenenti del balivo a Weesen; dal nome di un loro castello, Halde, questa linea prese il nome di "Bettschart in der Halden". Uno dei discendenti, Johann Ägidius (->), fu all'origine della linea baronale in Baviera. Ignaz (->), anch'egli dell'Altviertel, fu abate di Engelberg. I B. che intrapresero la carriera militare furono al servizio soprattutto della Spagna, come Franz Thade (->).

Riferimenti bibliografici

  • APriv Karl Betschart-Stöckli, Svitto
  • P. Styger, Wappenbuch des Kantons Schwyz, a cura di M. Styger, 1936, 125-131, 151, 172
  • K. Betschart, «Die Betschart-Gruft in der St. Martins-Kirche Schwyz», in MHVS, 66, 1974, 157-166
Scheda informativa
Variante/i
Bettschart
von Bettschart