de fr it

Dettling

Antica fam. di Svitto, appartenente alla circoscrizione di Nidwässer, i cui discendenti sono oggi cittadini di Alpthal, Lauerz, Oberiberg, Svitto e Unteriberg. Secondo l'obituario di Svitto, i D. erano probabilmente imparentati con la fam. estinta im Gerolds a Riemenstalden. I D., di origine contadina, sedettero quasi costantemente nel Consiglio di Svitto: Konrad fu Consigliere nel 1493, Daniel fu in carica come cancelliere (1570-79) e poi come balivo a Sargans (1580-82), Hans fu Vicelandamano (1582-85), Josef fu balivo di Engelberg (1618-22), Kaspar fu balivo a Uznach (1654-56, 1666-68) e inviato alla Dieta (1662). Johann Kaspar, deputato alla Dieta (1682-90) e balivo a Mendrisio (1692-94), fu tesoriere cant. (1681-87), come Johann Balthasar (1771-75). Martin (1836-1874), cancelliere (1868-74), pubblicò nel 1860 la Schwyzer Chronik, oder Denkwürdigkeiten des Kantons Schwyz e fu tra i fondatori del Bote der Urschweiz. Suo figlio Martin (1860-1944) presiedette il Gran Consiglio di Svitto (1908-09) e costituì un fondo destinato a borse di studio per i membri della fam. Franz Xaver (1845-1891) fondò nel 1867 a Brunnen la ditta di vini e liquori Dettling Arnold AG, diretta oggi dalla quarta generazione. Alois (1865-1934), archivista di Stato (1907-34), fu autore di numerosi studi sul cant. Svitto. Josef (1890-1959) fu professore di medicina all'Univ. di Berna, dove diresse l'Ist. di medicina legale. Anton (1943), avvocato, è stato Consigliere nazionale (1991-99) e agli Stati (1999-2003).

Riferimenti bibliografici

  • Doc. personali presso StASZ
  • F. Dettling, Ahnen- und Stammtafel, 1984 (presso StASZ)
  • A. Dettling, Schwyzerischer Geschichtskalender, 1899-1934 (registro presso StASZ)
  • M. Styger, Wappenbuch des Kantons Schwyz, a cura di P. Styger, 1936, 155