de fr it

Ehrler

Antica fam. di Svitto (Altviertel). Non è dimostrato alcun legame con gli E. attestati dal 1573 ad Haltikon (com. Küssnacht am Rigi). Tra il 1490 e il 1517 sono documentati Werner, magister, sacerdote ad Arth e decano del capitolo dei Quattro cant., e Hans, caduto nella battaglia di Marignano (1515). Wolf (->) fu un noto mercenario. Anche altri E. prestarono servizio in eserciti stranieri (per esempio Karl, ->). Attraverso i matrimoni gli E., di origini contadine, si legarono tra l'altro agli Ab Yberg, ai Bäsi, agli In der Halten, ai Reding e agli Zelger, fam. di Landamani di Nidvaldo. Diversi E. fecero parte del Consiglio di Svitto e ricoprirono cariche pubbliche, fra questi Georg, pres. (Siebner) della circoscrizione dell'Altviertel (1578/80). La fam. annovera sette balivi, due tesorieri e tre Vicelandamani. Tre E. della stessa linea, Franz (->), Josef Franz (->) e Jost Dominik (->), divennero Landamani e furono più volte inviati alla Dieta per lunghi periodi. Dopo il 1848 sette membri della fam. furono deputati al Gran Consiglio svittese. Melchior (1948) è stato direttore della Lega sviz. dei contadini (1987-2002) e Consigliere nazionale per il partito popolare democratico del cant. Argovia (1995-2003). Anche gli E. di Küssnacht am Rigi, ancora numerosi, hanno svolto funzioni pubbliche: questo ramo della fam. annovera, fra l'altro, due Ammänner di Küssnacht e, più di recente, sette deputati al Gran Consiglio svittese, fra cui Josef (1894-1957) che presiedette il Consiglio tra il 1948 e il 1949.

Riferimenti bibliografici

  • Doc. personali presso StASZ
  • A. Dettling, Schwyzerischer Geschichtskalender, 1899-1934 (registro presso StASZ)
  • M. Styger, Wappenbuch des Kantons Schwyz, a cura di P. Styger, 1936, 134, 246

Suggerimento di citazione

Auf der Maur, Franz: "Ehrler", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 08.11.2005(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/022882/2005-11-08/, consultato il 27.11.2020.