de fr it

vonHettlingenSZ

Fam. cittadina di Svitto dal XVII sec., originaria dell'Argovia, dove nel XIV sec. sono attestati possedimenti della fam. di ministeriali von H. Si ritiene che questa fam. sia in relazione con i von H. documentati verso il 1400 a Lenzburg e più tardi a Othmarsingen. Fu Werner, membro di quest'ultimo ramo, barbiere a Othmarsingen e di confessione rif., il primo esponente della fam. a trasferirsi a Svitto, e non, come si riteneva un tempo, un certo Konrad, che vi giunse da Winterthur nel 1573. Dopo la sua probabile conversione al cattolicesimo, Werner sposò in seconde nozze Magdalena Geisser di Svitto (prima del 1593). Suo figlio Conrad (1582-1611) fu bottegaio, mentre solo il suo abiatico, il benestante Johann Werner (1609-1686), ottenne nel 1648 la cittadinanza di Svitto (Neuviertel). Il figlio di quest'ultimo, Johann Baptist (1653-1711), seguì una formazione artistica a Roma; più tardi fu direttore delle miniere nella valle di Blenio e consigliere palatino del vescovo di Coira. Suo figlio Josef Anton (1689-1755), cavaliere dell'ordine dello Speron d'oro, risiedette prima a Roma, in seguito divenne appaltatore della zecca vescovile a Porrentruy (1716) e direttore della zecca del vescovo di Basilea (1725). Papa Benedetto XIII accolse Josef Anton e i suoi discendenti nel patriziato romano. Un altro figlio di Johann Baptist, Johann Carl (->), divenne un medaglista noto a livello europeo. Johann Victor Laurenz (->), figlio di Josef Anton e Landamano di Svitto, venne nobilitato, per cui la fam. ottenne la particella nobiliare "von". Anche i suoi figli rivestirono cariche pubbliche: Karl (->) fu membro del Consiglio e pres. (Siebner) della circoscrizione, Viktor (1768-1837) fu colonnello in Piemonte, Johann Anton (1769-1842) dal 1792 al 1794 fu l'ultimo capitano del cant. protettore di Svitto a Wil (SG), Werner (1770-1824) fu pres. (Siebner) della circoscrizione del Neuviertel (1802-14) e Karl Dominik (1785-1849) fu giudice cant. Un figlio di quest'ultimo, Joseph Maria (->), divenne Consigliere agli Stati, mentre un suo abiatico, Anton (->), fu Consigliere nazionale. I von H. strinsero legami di parentela con fam. notabili di Svitto; la loro ascesa al ceto dirigente costituì un'eccezione tra i casati di origine forestiera.

Riferimenti bibliografici

  • M. Styger, Wappenbuch des Kantons Schwyz, a cura di P. Styger, 1936, 109-111
  • E. Stauber, Die Burg Hettlingen und die Geschlechter von Hettlingen, Hettlinger, Hedlinger, 1949