de fr it

Jütz

Antica fam. di Svitto (Neuviertel), ancora oggi attestata a Arth e Svitto. Gli J. sono probabilmente originari di Sisikon (dove si sono estinti attorno al 1600) e corrispondono forse agli Jützer di Svitto (estintisi nel 1742), chiamati anche Imhof. Peter J. di Sisikon cadde nel 1386 nella battaglia di Sempach, Hans Jützer nel 1444 a San Giacomo sulla Birsa e Stephan nel 1515 a Marignano. Werner fu balivo della Riviera (1578-80), inviato a Torino per il giuramento di alleanza tra i cant. catt. e la Savoia (1578) e commissario a Bellinzona (1580-82). Con Karl Dominik (->), fondatore di un'impresa tessile, gli J. entrarono a far parte del ceto dirigente. Per molti anni detennero la carica di cancelliere dell'abbazia di Einsiedeln, per esempio con Josef Anton (1743-1795), che fu anche balivo nel Gaster come più tardi Josef Dominik (1753-1792). Karl Dominik (->) e Joseph Dominik (->) furono Landamani. Grazie a un legato di Alois (1786-1848) fu possibile fondare la scuola magistrale di Svitto. Caspar (1892-1972) fu deputato al Gran Consiglio (1920-60; pres. nel 1928-29). Gli J. si imparentarono con gli Ab Yberg, gli Auf der Maur, i Castell, i von Hettlingen e i Reding.

Riferimenti bibliografici

  • Doc. personali presso StASZ
  • A. Dettling, Schwyzerischer Geschichtskalender, 1899-1934 (registro presso StASZ)
  • Schweiz. Geschlechterbuch, 2, 261-264
  • M. Styger, Wappenbuch des Kantons Schwyz, a cura di P. Styger, 1936, 111 sg.