de fr it

Aepli

Fam. rif. discendente da Hans, cancelliere a Kaiserstuhl, le cui origini risalgono agli A. di Fällanden (Rohr). Nel 1547 Hans Urban (1586) acquisì la cittadinanza di Diessenhofen. Per generazioni gli A. svolsero diverse attività artigianali; dal XVII-XVIII sec. parecchi esponenti della fam. si dedicarono all'artigianato artistico (armaioli, incisori, orafi) e, a partire da Hans Konrad (1709-87), all'esercizio della medicina. Nel XVII sec. occuparono cariche di poco prestigio sul piano com. (messaggeri, sovrintendenti di ospedali); solo in seguito ebbero accesso a Consigli e tribunali. Il cit. Hans Konrad rivestì la carica di scoltetto, ma gli A. non riuscirono mai a superare per importanza altre fam. quali ad esempio i Brunner, gli Hanhart, gli Huber e i Wegelin. La linea sangallese, iniziata da Alexander (->), medico e nipote di Johann Melchior (->), acquisì rapidamente un grande prestigio sociale grazie al suo impegno acc., politico e di interesse pubblico; di questo ramo facevano parte i Consiglieri di Stato sangallese Arnold Otto (->) e turgoviese Alexander Otto (->).

Riferimenti bibliografici

  • Thurgauisches Neujahrsblatt, 1828, 16-24
  • Bürgerbuch der Ortsbürgergemeinden St. Gallen, 1990, 3-4
  • MAS TG, 5, 1992

Suggerimento di citazione

Salathé, André: "Aepli", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 30.07.2014(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/022923/2014-07-30/, consultato il 30.11.2020.