de fr it

MeyerTG

Fam. rif., cittadina di Steckborn dal XVI sec. Nel 1594 Ulrich divenne membro del Consiglio, primo di una lunga serie. Una ventina di esponenti della fam. furono attivi come costruttori di stufe: le cosiddette stufe di Steckborn create dai M., nel XII sec. prive di colorazione e nel XVIII sec. per lo più dipinte di colore blu, erano apprezzate ben oltre i confini turgoviesi. Dal 1700 Hans Heinrich (1654-1708), Daniel III (1674-1736), Daniel IV (1688-1754) e Daniel V (1711-1759), coadiuvati dai pittori di stufe Rudolf e Christoph Kuhn e Heinrich Düringer, riuscirono a competere con i celebri fumisti di Winterthur, affermatisi nel XVII sec. Per un certo periodo, tra il 1743 e il 1772, Daniel IV, Daniel V, Daniel VI (1743-1811) e Hans Jakob (1736-1811) ebbero una bottega con il pittore di stufe Hans Heinrich (1724-1772). Diversi esponenti della fam. rivestirono cariche pubbliche e fecero parte del tribunale cittadino e del Piccolo Consiglio (intendenti dell'arsenale).

Riferimenti bibliografici

  • K. Frei, Bemalte Steckborner Keramik des 18. Jahrhunderts, 1932
  • M. Früh, «Steckborner Öfen und Ofenkacheln des späten 17. Jahrhunderts», in RSAA, 56, 1999, 21-40
  • MAS TG, 6, 2001

Suggerimento di citazione

Trösch, Erich: "Meyer (TG)", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 10.11.2008(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/022957/2008-11-10/, consultato il 24.11.2020.