de fr it

JacobLorenz

10.3.1883 San Gallo, 1.9.1946 Friburgo, catt., per un certo periodo senza confessione, di Lichtensteig. Figlio di Johann Jakob, commerciante, e di Maria Stäheli. (1906) Gertrud Luther, figlia di Josef, sagrestano. Dopo il liceo a Engelberg, studiò filosofia ed economia politica a Friburgo (1902-04) e fu poi redattore a Gossau (SG) e Wil (SG, 1904-05). Entrato nel PS, divenne direttore dell'ufficio del lavoro e dell'alloggio di Rorschach (1906-08), aggiunto scientifico del segretariato operaio sviz. a Zurigo (1908-16) e direttore della Soc. alimentare di Zurigo (1916-17). Nel 1917 conseguì il dottorato in scienze politiche a Friburgo. Diresse poi l'ufficio cant. per l'alimentazione a Zurigo (1917-19). Nel 1919 lasciò il PS ed entrò di nuovo nella Chiesa catt. Ottenuta l'abilitazione (1922), divenne libero docente al Politecnico fed. di Zurigo (fino al 1933). Fu esperto del Dip. fed. dell'economia pubblica e direttore ad interim dell'ufficio fed. di statistica (1925-33). Divenne professore straordinario (1935) e poi ordinario (1943) di sociologia ed economia all'Univ. di Friburgo. Fondatore della rivista Das Aufgebot (1933), diresse fino alla morte il movimento politico raccoltosi attorno al periodico. Con i suoi studi sul costo della vita degli operai sviz. svolse un lavoro pionieristico nell'ambito della statistica sociale ed economica (nel 1914 redasse il primo indice del costo della vita). Sebbene in Das Aufgebot rappresentasse un corporativismo improntato alla retorica dell'inforestierimento e all'antisemitismo, si schierò contro i movimenti totalitari.

Riferimenti bibliografici

  • J. Lorenz zum 60. Geburtstag, 1943 (con elenco delle op.)
  • M. Zürcher, «J. Lorenz. Vom Sozialisten zum Korporationstheoretiker», in Intellektuelle von rechts, a cura di A. Mattioli, 1995, 219-238
  • N. Haymoz, « "Das Aufgebot" von J. Lorenz», in ZSK, 94, 2000, 117-136
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF