de fr it

WernerNef

6.4.1902 Lindau (Baviera), 25.8.1980 Rodá de Bara (Spagna), di Urnäsch. Figlio di Lisett, ricamatrice. (1939) Victoire Lucienne Herbain, cittadina franc. Crebbe nell'orfanotrofio di Urnäsch; in seguito lavorò come ragazzo tuttofare e manovale. Fu al servizio della Legione straniera (1924-26), da cui disertò. Nel 1932 aderì al PS. Dopo il 1933 strinse contatti con i rifugiati comunisti ted. e dal 1936 organizzò passaggi di frontiera dall'Austria in Svizzera per volontari della guerra civile spagnola, a cui N. prese parte nel 1937 nel battaglione Chapayew (XIII Brigata) e con i partigiani sul fronte sud. Tornato in Svizzera nel 1938, svolse per quattro mesi il servizio militare. Segr. sindacale a Herisau (dal 1939), divenne membro onorario della SATUS. Pres. del PS di Appenzello Esterno (1935-36 e 1939-44), fu uno dei portavoce dell'opposizione socialista dal 1940 al 1941 (anno della sua interdizione). Grazie ai suoi stretti rapporti con il PC, fu considerato uno dei fondatori del PdL. Per sua iniziativa, nel 1944 il PS cant. aderì al PdL come partito operaio e contadino del cant. Appenzello Esterno. Nel 1946-47 fece parte del consiglio com. di San Gallo per il PdL. Nel 1951 per ragioni economiche emigrò con la fam. e assunse la direzione di una ditta dedita al commercio di petrolio e carbone situata nella zona di occupazione sovietica di Vienna. Trascorse gli ultimi anni di vita in Spagna (dal 1968).

Riferimenti bibliografici

  • AA. VV., Herisau, 1999, 409-411
  • J. Gotovitch, M. Narinski (a cura di), Le Komintern: l'histoire et les hommes, 2001, 437
  • R. Hug, St. Gallen - Moskau - Aragon, 2007
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 6.4.1902 ✝︎ 25.8.1980

Suggerimento di citazione

Studer, Brigitte: "Nef, Werner", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 16.12.2008(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/023048/2008-12-16/, consultato il 30.10.2020.