de fr it

WalterNelz

4.3.1909 Zurigo, 30.8.1990 Zurigo, di Dingelstädt (Prussia) e dal 1916 di Zurigo. Figlio di Heinrich Joseph, operaio, e di Elise von Rüti. 1) (1932) Malka Aspis, cittadina polacca; 2) (1945) Gertrud Mürset, figlia di Arnold. Dopo studi di geografia a Zurigo (1929-32, dottorato nel 1937), fu insegnante di liceo. Membro del gruppo di studenti marxisti dell'Univ. di Zurigo (1929), aderì al partito comunista sviz. nel 1929/30 ca., dal quale venne espulso già nel 1931 per attività trotzkiste. Nel 1933/34 fondò l'Azione marxista della Svizzera, che diresse fino al 1939. In seguito diede vita all'Internazionale dei comunisti rivoluzionari (1939). La sua collaborazione al foglio Informationsbriefe für revolutionäre Politik gli costò la carcerazione preventiva (1940-41). Nel 1942 un tribunale militare lo condannò a due anni e mezzo di prigione e lo escluse dall'esercito. Fondatore dell'Unione culturale socialista Humanitas (1945), fu autore di pubblicazioni a carattere filosofico e umanistico. Dal 1944 al 1974 lavorò come documentalista presso lo Schweizerisches Sozialarchiv a Zurigo. Fu inoltre membro del partito socialista (1961-79).

Riferimenti bibliografici

  • Zur Geschichte der Trotzkisten in der Schweiz, ms. [1945]
  • Fondo presso Sozarch
  • D. Vogelsanger, Trotzkismus in der Schweiz, 1986, 224 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 4.3.1909 ✝︎ 30.8.1990

Suggerimento di citazione

Pfeifer, Regula: "Nelz, Walter", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 15.07.2009(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/023049/2009-07-15/, consultato il 28.11.2020.