de fr it

AdhémarSchwitzguébel

Invito personale del delegato della sezione di Sonvilier per partecipare al quarto congresso dell'Associazione internazionale dei lavoratori svoltosi a Basilea dal 5 all'11.9.1869 (Schweizerisches Sozialarchiv, Zurigo).
Invito personale del delegato della sezione di Sonvilier per partecipare al quarto congresso dell'Associazione internazionale dei lavoratori svoltosi a Basilea dal 5 all'11.9.1869 (Schweizerisches Sozialarchiv, Zurigo).

15.8.1844 Sonvilier, 23.7.1895 Evilard, Bienne, rif., di Saanen. Figlio di Auguste, incisore proprietario di un piccolo atelier e militante radicale, e di Rosalie Pécaut. (1873) Catherine Marguerite Miellet, operaia, figlia di Pierre Frédéric. Fu apprendista, poi operaio nell'atelier paterno, che rilevò nel 1879, ma che dovette liquidare nel 1889. Incisore a Bienne, dal 1891 fu aggiunto romando presso il segretariato operaio sviz. Nel 1866 fu attivo in seno all'Ass. intern. dei lavoratori (AIL), partecipando alla creazione della sezione di Sonvilier, che rappresentò al primo congresso generale svoltosi a Ginevra nel mese di settembre. Delegato della sezione del distr. di Courtelary, nel 1869 partecipò alla costituzione della Federazione romanda a Ginevra, poi al congresso dell'AIL a Basilea. Amico e seguace di Michail Bakunin, con James Guillaume e Auguste Spichiger sostenne un socialismo libertario, caldeggiando l'avvento di una società collettivista basata sull'autonomia e sulla libera federazione dei mestieri e dei com. In seno alla Federazione romanda, si oppose al socialismo riformista di Pierre Coullery e nel 1871 partecipò alla creazione della Fédération jurassienne. Dopo l'esclusione di Bakunin e Guillaume dall'AIL, nel 1872 partecipò al congresso di Saint-Imier che portò alla nascita dell'Internazionale federalista e antiautoritaria, prima corrente anarchica in Svizzera. Fino al 1880 S. fu uno dei principali leader e teorici di quest'ultima e della Fédération jurassienne. Sempre molto attivo sul piano sindacale, fu tra l'altro uno degli artefici della Federazione degli operai dell'industria orologiera (1892), primo tentativo di unire i sindacati del settore orologiero.

Riferimenti bibliografici

  • Quelques écrits, 1908 (con una biografia di J. Guillaume)
  • J. Guillaume, L'Internationale: documents et souvenirs, 4 voll., 1905-1910 (rist. 1980-1985)
  • M. Vuilleumier, «Le socialisme libertaire en Suisse romande: un texte inconnu d'A. Schwitzguébel, 1872», in Cahiers Vilfredo Pareto, 1969, n. 18, 161-176
  • C. Lörtscher, Vereinigt euch!: A. Schwitzguébels Leben für die Arbeiterbewegung, [2007]
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 15.8.1844 ✝︎ 23.7.1895

Suggerimento di citazione

Kohler, François: "Schwitzguébel, Adhémar", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 17.03.2011(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/023078/2011-03-17/, consultato il 21.10.2020.