de fr it

Ingold

Fam. diffusasi durante il ME nell'alta Argovia, nel Buchsgau e nel Sisgau. Singoli esponenti si stabilirono anche a Olten e Soletta, ma non è chiara l'esatta parentela di questo secondo ramo con il primo. Gli I. risiedettero spec. a Inkwil e fra il XIV e il XVI sec. anche a Wangen an der Aare. Dopo il 1500 sono ripetutamente attestati a Röthenbach bei Herzogenbuchsee e a Subingen, dove annoverarono dieci Ammänner che furono nel contempo vicebalivi (XVI-XVIII sec.). Numerosi I. furono osti presso la locanda Sankt Urs a Subingen. L'allevamento e il commercio di bestiame furono la loro principale fonte di guadagno. Nel XIX e XX sec. alcuni I. furono Ammann e deputati al Gran Consiglio. Nel XX sec. Walter, insegnante e collaboratore di diversi quotidiani, acquisì notorietà come editore di libri per ragazzi e di saggi sociopolitici, ma anche quale redattore del calendario Chumm mer z'Hülf.

Riferimenti bibliografici

  • D. Ingold, Der Familienname Ingold, testamento presso StASO
  • A. Schmid, Die Kirchensätze, die Stifts- und Pfarrgeistlichkeit des Kanton Solothurn, 2 voll., 1857-1908

Suggerimento di citazione

Banholzer, Max: "Ingold", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 23.01.2008(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/023098/2008-01-23/, consultato il 17.04.2021.