de fr it

Vonmentlen

Antica fam. urana con un ramo a Bellinzona. Il capostipite fu Bernardo Mantelli, commerciante originario di Cannobio (Piemonte), che si trasferì ad Altdorf (UR) attorno al 1410 e acquisì la cittadinanza di Uri prima del 1426, mutando il nome in Bernhard V. I V. detennero cariche nei villaggi di Altdorf e Bürglen e, fino all'inizio del XIX sec., furono costantemente rappresentati nel Consiglio di Uri; nonostante i legami di parentela con importanti fam. di magistrati, non riuscirono tuttavia mai ad accedere alle magistrature supreme. Nel XVI sec. la fam. annoverò segr. e interpreti della legazione spagnola, mercenari al servizio dell'Impero e soprattutto della Spagna e proprietari di una mezza compagnia cant. in Spagna. Dopo Dorothea (->), in epoca moderna i V. furono considerati una dinastia di medici e farmacisti. Attivi anche nel commercio attraverso il San Gottardo, nel 1798 erano titolari della più grande casa di spedizioni di Flüelen. Gottlieb (1871-1930) aprì un'impresa di trasporti ad Altdorf.

Il capostipite del ramo bellinzonese fu Magnus (1633), che attorno al 1600 si stabilì a Bellinzona quale landscriba, carica che divenne appannaggio degli esponenti di questa linea. Tra le fondazioni della fam. figura la cappella della Madonna della Neve a Ravecchia. Nel 1808 i V. furono ammessi nel patriziato di Bellinzona. Valeria V.-Bonzanigo (1838-1910) fondò l'orfanotrofio von Mentlen a Bellinzona, ancora esistente all'inizio del XXI sec. (centro educativo per minorenni). Con Carlo (->) il ramo bellinzonese si estinse in linea maschile.

Riferimenti bibliografici

  • C. F. Müller, Das Bürgerhaus im Kanton Uri, 19502, 28 sg.
  • U. Kälin, Die Urner Magistratenfamilien, 1991
  • L. Broillet, «Mantelli lombardi nel Canton Uri e von Mentlen urani a Bellinzona», in Verbanus, 31, 2010, 169-185
  • L. Hofmann (a cura di), Il von Mentlen, 2011