de fr it

Baciocchi

Antica fam. notarile di Brissago tuttora esistente, con diramazioni a Locarno, Traffiume di Cannobio (Piemonte) e Milano. A Brissago i B. sono attestati dal XIV sec., soprattutto come notai, ma anche come ecclesiastici e artisti attivi nella regione. A Locarno nel XVI sec. la fam. era ascritta alla corporazione dei Terrieri e i suoi membri ricoprirono diverse cariche pubbliche. Dall'inizio del XVI sec. una sanguinosa faida oppose i B. ai Rainaldi (di Brissago e Milano); il conflitto, che in origine verteva su questioni politiche, si tradusse presto in una lotta per il potere tra i due casati, coinvolgendo fam. di Uri, Svitto e Lucerna, che appoggiarono i B., ed esponenti della borghesia milanese-spagnola, che sostennero invece i Rainaldi. Negli anni 1596-99 l'intensità degli scontri si acuì tanto da estendersi all'intera regione del Verbano; la richiesta di intervento dell'ambasciatore spagnolo (1597) e la gravità della situazione indussero i cant. sovrani a prendere severe misure: vennero inviati dei commissari speciali e un contingente militare, ed infine fu decretato il bando dei capi delle due fazioni dal baliaggio e il sequestro dei loro beni (1598).

Riferimenti bibliografici

  • EA, 5 I B
  • MAS TI, 2, 1979, 286-292
  • Verbanus, 1, 1979, 259 sg.