de fr it

Casella

Fam. originaria di Carona, presente con le sue diramazioni in diverse località del cant. e spec. nei com. della regione di Lugano. La fam. godette di alcuni privilegi, tra cui l'esenzione dalle imposte, per l'appoggio dato ai Visconti e ai Sanseverino nel corso del XV sec. Nel XV sec. sono attestati diversi C. di Carona attivi quali notai per la comunità di Lugano e valle, come Alberto (menz. nella matricola nel 1469), Michele (nel 1476, fiscale di Lugano l'anno successivo), Giovanni Battista (nel 1478), Giacomo Bernardino (nel 1494) e Alessandro (nel 1503). Diversi esponenti dei rami caronesi della fam. emigrarono spec. dal XV sec. nelle principali città d'Italia, dove furono attivi come pittori, architetti, scultori, stuccatori e imprenditori. Tra questi figurano, accanto ad Andrea (->) e suo cugino Giacomo (1620-1667), Daniele (1556 ca.-1636), imprenditore a Genova e fondatore di una scuola privata a Carona, e Alessandro (1596-1656/57), stuccatore in Valtellina e a Torino (castello del Valentino).

Riferimenti bibliografici

  • DBI, 21, 291-296
  • E. Mango Tomei, Le fonti del diritto del Cantone Ticino, 1991
  • F. Bianchi, E. Agustoni, I Casella di Carona, 2002
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF