de fr it

Giorgioli

Fam. di artisti originaria di Meride, attestata dal 1530, di cui sono note almeno quattro generazioni. Attivi come intagliatori, stuccatori, scultori, pittori (Francesco Antonio, ->), capomastri e architetti, i G. lavorarono dal XVII al XIX sec. in Svizzera, Germania, Italia, Polonia, Austria, Olanda e Slovacchia. Occasionali residenze in altri luoghi (Milano, Lugano e altre località del Ticino) sono da collegare alle attività artistiche. Il giudice distr. Carlo (1844 a Mendrisio) è l'unico membro accertato della fam. estraneo all'ambito artistico. Dalle lettere fam. emerge la strategia di lavoro applicata dai G. e peraltro tipica delle maestranze d'arte: attraverso le complesse e articolate parentele e le amicizie dei colleghi si procacciavano incarichi, collocavano a bottega i figli e combinavano i matrimoni.

Riferimenti bibliografici

  • A. Lienhard-Riva, Armoriale ticinese, 1945, 200 sg.
  • G. Martinola, Lettere dai Paesi transalpini degli artisti di Meride e dei villaggi vicini, 1963