de fr it

Kuntschen

Fam. vallesana, menz. per la prima volta nel 1364. Antoine, cit. in un documento del 1393, era originario di Sempione-Villaggio; suo figlio Jean fu notaio a Ried-Briga. I K. si arricchirono lavorando al servizio dei grandi casati feudali e nel notariato. Nel 1494 un ramo della fam. ottenne la cittadinanza di Sion ed entrò a far parte del patriziato. La fam. ebbe un ruolo attivo nella lotta dei patrioti contro il potere del principe vescovo e aderì temporaneamente alla Riforma con Martin (->). Consoli (ossia borgomastri) di Sion, i K. si trasmisero questa carica di padre in figlio per sei generazioni consecutive, da Jean (1495) a Jean Jodoc (1705). Militari e proprietari terrieri alla fine dell'ancien régime, dall'inizio del XIX sec. furono nuovamente attivi quali notai e avvocati e si dedicarono all'attività politica, che costituiva l'unico mezzo per mantenere il loro tenore di vita e il loro prestigio sociale.

Riferimenti bibliografici

  • Schweiz. Geschlechterbuch, 6, 329-334
  • J. Fayard Duchêne, «Une famille au service de l'Etat pendant six siècles», in Vallesia, 48, 1993, 273-366