de fr it

Venetz

Fam. benestante della valle di Saas, menz. la prima volta nel XIV sec. con il nome di Veneto. Si diffuse attraverso diversi rami in tutte le decanie del Vallese. Alla fine del XIV sec., una linea dei V. entrò in possesso per via matrimoniale della majorie di Chouson, ossia di Sankt Niklaus. Fino alla fine dell'ancien régime, le diverse linee annoverarono numerosi maiores di Mörel e castellani di Visp, Briga, Lötschen-Niedergesteln, Sierre, Sion, Nendaz e Bouveret. Complessivamente la fam. contò sette balivi di Monthey e quattro di Saint-Maurice e, nel XV e XVI sec., i cinque gran balivi Anton (->), Egidius (->), Theodul (->), Thomas (->) e Thomas (->). Oltre due dozzine di V. fecero parte del clero regolare e secolare. Ferdinand, ufficiale che si autonominò conte di Saas, originario di Gampel, fu uno dei capi degli insorti altovallesani nel 1798 e 1799. Dal ramo di Stalden discesero nel XIX sec. i due ingegneri cant. Ignaz (->) e suo figlio Franz, e nel XX sec. numerosi membri del Gran Consiglio.

Riferimenti bibliografici

  • Walliser Wappenbuch, 1946, 277 sg.