de fr it

vonGrebel

Stemma di famiglia con cimiero tratto dall'armoriale della Società dei nobili di Zurigo (Staatsarchiv Zürich, Archiv der Gesellschaft zur Constaffel, W I 15 41a, p. 53).
Stemma di famiglia con cimiero tratto dall'armoriale della Società dei nobili di Zurigo (Staatsarchiv Zürich, Archiv der Gesellschaft zur Constaffel, W I 15 41a, p. 53). […]

Fam. di donzelli zurighesi, menz. per la prima volta nel 1301 a Kaiserstuhl. Di condizioni agiate, Lütold von Kaiserstuhl ottenne nel 1386 la cittadinanza di Zurigo (rinnovata nel 1406), ma visse probabilmente a Kaiserstuhl fino al 1406. Suo figlio Johann (1445) acquisì le proprietà dei von G. a Kloten e a Rümlang, che rimasero per più sec. nelle mani della fam. Hans (1485) e Ulrich (1495), figli di Johann, fondarono le due linee principali rendendo i von G. una delle più importanti fam. di Zurigo. Ottennero dall'imperatore Federico III un blasone (1471) e portarono da allora il titolo di donzello. La linea di Hans si diramò in altre linee, due delle quali fanno capo ai canonici Peter (1534) e Heinrich (1524), il cui figlio Heinrich si trasferì a Berna (1525); il ramo di Peter si estinse nel XVII sec. Fuggito dopo aver partecipato alla rivolta contro Hans Waldmann, Christoph (1525) si stabilì a Baden, dove divenne membro del Piccolo Consiglio. Aegidius, abiatico di Christoph, divenne cittadino di Lucerna (1556), mentre Georg (1527), il primogenito di Hans, nel 1485 acquisì la fortezza Maur dal donzello Engelhard (la giurisdizione rimase però appannaggio degli Aeppli). Questo ramo venne in seguito denominato G. von Maur e detenne la fortezza fino al 1592, quando Georg (1516-1607) la vendette a Felix Hottinger. Tale ramo fu inoltre proprietario delle residenze Zum grossen Erker (denominata "torre G." nel XVII e XVIII sec.) e Zur Sonne, situata presso l'imbarcadero; esso si imparentò con le più importanti fam. di Zurigo e con gli Hegner di Winterthur. La linea principale di Ulrich cadde in disgrazia durante la Riforma: Jakob (->) fu decapitato per aver beneficiato di una pensione, mentre Konrad (->) venne arrestato in quanto anabattista. Discendenti di questa linea sono presenti ancora oggi. Nonostante i von G. fossero attivi soprattutto in ambito politico e militare, come ad esempio Conrad (->) e Hans Jörg (->), la fam. annoverò un solo borgomastro, nella persona di Hans Konrad (->). I von G. fecero parte per 20 volte del Piccolo Consiglio, annoverarono 37 balivi (22 Obervögte e 15 Landvögte) e appartennero alla cerchia delle fam. più facoltose di Zurigo; furono tra i più antichi membri della soc. Schildner zum Schneggen e fecero parte della corporazione della Cincia e della Konstaffel.

Riferimenti bibliografici

  • C. Keller-Escher, Die Familie Grebel, 1884
  • Schweiz. Geschlechterbuch, 11, 82-89