de fr it

Schinz

Fam. cittadina di Zurigo. Jecli, che nel 1362 viveva nella casa di Johan von Leon, è il primo esponente noto degli S. a Zurigo. Walther e Jenni il Giovane, entrambi di Oberrieden e probabilmente fratelli, ottennero la cittadinanza di Zurigo nel 1379 risp. nel 1386. Capostipite accertato sul piano genealogico fu Rudolf (✝︎1532), barcaiolo. Suo figlio Lorenz (1570) fu il primo degli S. a sedere in Gran Consiglio (1569). Nel XVIII sec. tre membri della fam., fra cui Johann Heinrich (->), entrarono nel Piccolo Consiglio. Casato molto ramificato, nel XVI e XVII sec. ogni linea degli S. annoverava artigiani, spec. fornai (Hans Heinrich, ->), e religiosi (Heinrich, ->; Johann Heinrich, ->; Johann Heinrich, ->; Johann Heinrich, ->; Johann Rudolf, ->). Dalla fine del XVII sec. si sviluppò anche un ramo dedito al commercio con i fratelli Wilhelm (->) e Caspar (1670-1724), che si stabilirono nel Florhof come fabbricanti di seta. Nel XVIII sec. gli S. erano tra i più importanti fabbricanti di Zurigo.

Riferimenti bibliografici

  • Schweiz. Geschlechterbuch, 3, 391-400
  • H. Schulthess, Kulturbilder aus Zürichs Vergangenheit, 2, 1935