de fr it

WehrliZH, Stammheim

Fam. cittadina di Zurigo, il cui capostipite fu Hans, bottaio, immigrato da Nussbaumen (com. Hüttwilen), che acquisì la cittadinanza nel 1551. I suoi discendenti entrarono nel Gran Consiglio (dal 1565) e nel XVII sec. annoverarono tre rappresentanti nel Piccolo Consiglio. I W. furono amministratori del principato abbaziale di San Gallo a Stammheim (1599-1818), cancellieri di Stammheim (1688-1839) nonché balivi (Obervögte) di Stammheim-Steinegg (1629-41). I rami dei funzionari e dei cancellieri risiedevano a Stammheim e appartenevano al ceto dirigente rurale. Diversi esponenti della fam. ritornarono a Zurigo per partecipare alla politica cittadina. Il ramo di Altstetten, fondato da Johannes (1694-1751), amministratore del principato abbaziale, gestiva la locanda Zur Blauen Ente, un'azienda agricola e un setificio. I membri del ramo di Johann (1746-1814), di Gisenhard, che nel 1772 acquistò a Zurigo il quarto mulino all'Oberer Mühlesteg, furono in primo luogo mugnai. All'inizio del XX sec., Johann Heinrich (->) trasferì l'attività nel mulino della città, poi presso quello di Tiefenbrunnen.

Riferimenti bibliografici

  • Schweiz. Geschlechterbuch, 5, 725-732
  • P. Kläui, Geschichte der Familie Wehrli von Zürich, 1961

Suggerimento di citazione

Hürlimann, Katja: "Wehrli (ZH, Stammheim)", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 18.07.2012(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/023852/2012-07-18/, consultato il 26.09.2020.