de fr it

Constant

Constant de Rebecque

David (1638-1733), figlio di Philibert, professore di greco e in seguito di teologia all'Accademia di Losanna. Olio su tela di Pierre Guillibaud, 1696 (Université de Lausanne, Salle du sénat; fotografia Claude Bornand).
David (1638-1733), figlio di Philibert, professore di greco e in seguito di teologia all'Accademia di Losanna. Olio su tela di Pierre Guillibaud, 1696 (Université de Lausanne, Salle du sénat; fotografia Claude Bornand).

Fam. rif. vodese, di origine franc. (Aire en Artois) dove le terre di Rebecque furono erette a baronia nel 1213. Nel XVI sec. i C. emigrarono per motivi religiosi; a tale decisione contribuì probabilmente anche il passaggio dell'Artois agli Asburgo nel 1526. Insediatisi a Ginevra, i C. si trasferirono poi a Losanna, dove venne loro concessa la cittadinanza nel 1614. In un primo tempo si dedicarono in prevalenza ad attività commerciali (seta, spezie). Grazie a un'accorta politica matrimoniale, la fam. si affermò gradatamente nell'élite locale, ricoprendo incarichi cittadini; nella terza generazione ad esempio Philibert (1615-1678), mercante e droghiere, sposò Judith Girard des Bergeries, figlia di un medico e insegnante di ebraico all'Acc. Con il figlio di Philibert, David (1638-1733), l'attività commerciale venne abbandonata a favore di quella religiosa (pastori rif.) e dell'insegnamento (David fu per quattro volte rettore dell'Acc.). All'inizio del XVIII sec. la generazione successiva aprì una terza via: il servizio straniero, civile ma soprattutto militare. Samuel (->) acquistò la tenuta di La Chablière a Losanna (1713) e le signorie di Hermenches (1725) e Villars-Mendraz (1753). Egli fece inoltre riconoscere le origini nobili della fam., ripristinando ufficialmente il nome di Rebecque e il titolo di barone. Quattro dei suoi figli furono al servizio dell'Olanda o della Francia. I C. si distinsero pure con le loro attività mondane e in campo letterario: David Louis C. d'Hermenches (->), Samuel (->), autore di romanzi, Benjamin (->), per il quale il padre nutriva ambizioni esclusivamente letterarie. Il ramo vodese della fam. C. si estinse all'inizio del XX sec.; esiste tuttora un ramo olandese nei Paesi Bassi.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo presso BCUL
  • Schweiz. Geschlechterbuch, 5, 141-146
  • Recueil de généalogies vaudoises, III/3, 1939, 203-229

Suggerimento di citazione

Hofmann, Etienne: "Constant", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 29.03.2004(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/023875/2004-03-29/, consultato il 23.09.2020.