de fr it

Crinsoz

Fam. vodese, originaria di Apples (1376), diffusasi nel XV sec. nei dintorni di Vufflens e Cossonay. In seguito ottenne la cittadinanza di Losanna. Nicolas (1591) fu nobilitato nel 1573, grazie all'acquisto della signoria di Cottens (VD), possedimento che rimase in mano ai C. fino al 1798. La nobiltà della fam. venne riconosciuta da Berna nel 1634. Grazie ai matrimoni (con i Gingins, Gruyère, Aubonne, Polier, Thomasset, Quisard, Beausobre, Charrière ecc.) nel XVII sec. la fam. entrò in possesso di numerose signorie fra Aubonne e Venoge. Nel XVIII e XIX sec. i C. si legarono in matrimonio con fam. non nobili ma benestanti (Perceret, Gleyre ecc.). Théodore (1690-1766), signore di Bionnens e di Givrins, pastore e orientalista, fu vicino al maggiore Davel. Suo nipote Jean-Frédéric venne arrestato e imprigionato (1774) per aver tentato di ristabilire il potere savoiardo nel Paese di Vaud. La fam. annoverò parecchi ufficiali al servizio straniero nel XVIII e XIX sec. (Henri, ->) e due pastori. Si estinse nella prima metà del XX sec.

Riferimenti bibliografici

  • Recueil de généalogies vaudoises, 1, 1912, 339-373