de fr it

Roguin

Fam. originaria di Mollens (VD), menz. nel 1529, e poi di Bursins (1598), stabilitasi a Yverdon (1629), dove acquisì la cittadinanza nel 1663 e 1676, e infine a Nyon (1795). Jean, notaio, e suo fratello Etienne ottennero il titolo nobiliare dall'imperatore Ferdinando III nel 1647 quale riconoscimento del loro sostegno finanziario durante gli assedi di Brisach, Dôle e Salins. La nobiltà della fam. venne confermata da Berna nel 1783. Pierre Louis, della linea cadetta, adottò la particella nobiliare nel 1853. Nel XVII sec. la fam. prese in gestione il Grand Hôtel de l'Ours e il porto di Yverdon ed entrò a far parte della magistratura locale, accedendo in particolare al Consiglio dei Dodici e alla carica di alfiere. Nel XVIII e XIX sec. i R. si distinsero nel servizio mercenario, soprattutto al servizio della Sardegna. Louis fu cofondatore della banca privata Charrière & Roguin nel 1882, in cui la fam. fu attiva per tre generazioni. Altri R., come Ernest (->) e Jules (->) si dedicarono alle professioni liberali e alla politica.

Riferimenti bibliografici

  • Fondi presso ACV
  • Schweiz. Geschlechterbuch, 5, 926-929
  • D. de Raemy, C. Brusau, Histoire d'Yverdon, 2, 2001, 170 sg., 173, 180-182