de fr it

deRovéréa

Fam. nobile vodese dello Chablais, originaria della valle di Aulps, dove sarebbe già menz. nell'XI sec. Un ramo (conosciuto a Ginevra con il nome di Rovorée) acquisì nel XIV sec. le signorie del Crest (com. Jussy) e di La Roche d'Ollon (1343). Nel 1404 i de R. divennero signori di Saint-Triphon e della valle di Les Ormonts. Imparentati con i de Blonay e i d'Avenches, il primo matrimonio con una cittadina di Berna ebbe luogo poco prima del 1512. Jacques o Jakob (1528), il cui nonno materno fu scoltetto, acquisì la cittadinanza bernese nel 1515; questo ramo della fam. si estinse rapidamente. Pierre (ca. 1533), signore di Granges (VS), Vouvry e Saint-Triphon, abbracciò la fede rif. I suoi discendenti si allearono con i de Duin; le unioni matrimoniali con fam. di Berna (ad esempio i Nägeli) si moltiplicarono dalla fine del XVII sec. Durante l'ancien régime i de R. occuparono funzioni secondarie nello Chablais. Annoverarono alcuni ufficiali mercenari, tra cui Ferdinand Isaac (->). Isaac Gamaliel (->) e suo figlio François Gamaliel (1728-1783) furono ingegneri alle saline di Bex. Un ramo della fam. stabilitosi in Inghilterra nel XIX sec. ebbe due ufficiali al servizio di Napoli. L'ultimo esponente dei de R. morì in Italia verso il 1920. Una grafia tardiva del nome è Rovéréaz.

Riferimenti bibliografici

  • AFam presso ACV
  • W.-F. de Mülinen, «Un condottière vaudois: le chevalier Jaques de Rovéréa, seigneur de Crest», in RHV, 1917, 65-84
  • H. Meylan-Faure, «Notes sur l'histoire du Chablais vaudois», in RHV, 1918, 130-144
  • D.-L. Galbreath, Armorial vaudois, 2, 1936, 607-609