de fr it

deVillarzel

Fam. della piccola nobiltà vodese, il cui capostipite Rodolphe fu castellano di V. nel 1254. Nel 1277 i de V. erano attestati quali maiores di Lucens e signori di V. e di Le Châtelard (VD). Più tardi persero la castellania di V. a seguito di un conflitto con il vescovo di Losanna. Henri (1314) fondò il ramo più antico (estintosi nel 1480 con Guillaume), i cui esponenti furono cosignori di Trey e, insieme ad altri, maiores di Lucens. Willelme (1320), cosignore di Middes e Marnand, fratello di Henri e di Conon (->), è all'origine del ramo cadetto. Guillaume (->), poi suo fratello Boniface (1451-53) furono signori di Grandcour. François (1537-1589), signore di Delley (1586) e maior, insieme ad altri, di Lucens, ristrutturò il castello di Curtilles (1584). La fam. si estinse con Jacques-François (1668), signore di Delley, maior e castellano di Lucens.

Riferimenti bibliografici

  • Fondo Dessemontet presso ACV
  • Répertoire des familles vaudoises qualifiées de l'an 1000 à l'an 1800, 1883, 218 sg.