de fr it

AliceCeresa

25.1.1923 Basilea, 22.12.2001 Roma, catt., di Cama; ha avuto la doppia cittadinanza, sviz. e it. Figlia di un impiegato delle ferrovie, di Cama, e di madre svizzeroted. All'età di cinque anni si è trasferita con la fam. da Basilea a Bellinzona, dove ha frequentato le scuole; dal 1950 alla morte ha vissuto a Roma. Attiva come giornalista e lettrice presso la casa editrice Longanesi, C. è emersa nel panorama narrativo it. con La figlia prodiga, del 1967, che ha dato origine alla nuova collana sperimentale "La ricerca letteraria", presso l'editore Einaudi. In seguito ha pubblicato il racconto La morte del padre (1979) e il romanzo Bambine (1990). È stata inoltre apprezzata traduttrice di numerosi romanzi e saggi, fra cui spicca la versione it. del romanzo L'incredibile storia di Johann il Buono (1977), dell'autore sangallese Gerold Späth.

Riferimenti bibliografici

  • A. Vollenweider, «A. Ceresa: scrittrice ticinese a Roma», in La letteratura dell'emigrazione, a cura di J.-J. Marchand, 1991, 301-304
  • F. Cleis, Ermiza e le altre, 1993, 137 sg. e 311
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 25.1.1923 ✝︎ 22.12.2001

Suggerimento di citazione

Negroni, Francesca: "Ceresa, Alice", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 28.04.2005. Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/023997/2005-04-28/, consultato il 25.11.2020.