de fr it

vonAlikon

Fam. del ceto dirigente lucernese, attestata tra la fine del XV e l'inizio del XVI sec., forse originaria di A. presso Muri (AG). Il fonditore di campane Hensli ottenne la cittadinanza lucernese nel 1448, grazie anche al garante Heinrich von Hunwil, futuro scoltetto di Lucerna, e nel 1449 entrò a far parte del Gran Consiglio; furono forse suoi figli i due fratelli Peter (->) e Hans. La linea maschile si estinse con Balthasar, figlio di Heinrich (->), nel 1500 in possesso di una grazia aspettativa su un canonicato di Beromünster, membro del Gran Consiglio (1517-22) e del tribunale dei Nove (1518) e morto nel 1522 nella battaglia della Bicocca (I). La fam., che riuscì ad occupare cariche di rilievo anche grazie a una precisa strategia e all'ottima formazione dei suoi esponenti, costituisce un buon esempio delle effettive possibilità di ascesa sociale presenti nella Lucerna della seconda metà del Quattrocento.

Riferimenti bibliografici

  • G. von Vivis, «Drei Ahnenproben», in Aar.S, 45, 1901, 45
  • J. Kurmann, Die politische Führungsschicht in Luzern 1450-1500, 1976