de fr it

Fässler

Fam. probabilmente originaria della regione di Bregenz che ottenne la cittadinanza di Appenzello, dove è attestata dal 1400. Jakob firmò nel 1410 un documento come Landamano. Nella seconda metà del XVII sec. il Landamano Johann Konrad (->) fu all'origine di una dinastia di uomini politici e imprenditori che, con Johann Konrad (->) e i due Josef Anton (->, ->), fino al 1860 ricoprì le cariche più alte. Tale linea, che assicurò il suo potere attraverso unioni matrimoniali con le fam. al potere, apparteneva alla cerchia dei casati dominanti. Diverso fu il destino della linea cadetta di Steinegg che, partendo dalle proprie origini contadine, riuscì a farsi una posizione e a occupare le cariche politiche più importanti. Ad essa appartennero Franz (->) e il suo abiatico omonimo (->), che è stato il primo e fino all'inizio del XXI sec. l'unico cittadino di Appenzello Interno a essere nominato al Tribunale fed. Altri membri del casato furono ecclesiastici, come Abraham (1584-1650), dal 1617 parroco di Appenzello, che si dedicò spec. alla cura degli appestati; il frate Johann Paul (1802-1853), l'ultimo eremita del Wildkirchli; il padre Gerard (1885-1966), missionario cappuccino, fondatore di scuole e di un seminario per sacerdoti. A Marie (1825-1905), mecenate, si deve il restauro dell'interno della chiesa parrocchiale di S. Maurizio ad Appenzello (1890-92) e la fondazione nello stesso luogo del collegio di S. Antonio (1908).

Riferimenti bibliografici

  • AWG, 66-70
  • R. Steuble, «Innerrhoder Necrologium», in IGfr., 22, 1977-1978, 168
  • H. Bischofberger, «Bedeutende Innerrhoder Kapuziner», in IGfr., 30, 1986-1987, 93-96
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF