de fr it

HeinrichRoost

25.5.1872 Beringen, 9.6.1936 Berna, rif., di Beringen. Figlio di Heinrich, ufficiale istruttore di fanteria, e di Barbara Bollinger. Nipote di Heinrich Bollinger. 1) Isaline Ruchonnet, figlia di August Alfred; 2) Anna Ehrensberger, figlia di Jakob. Dopo la maturità a Sciaffusa, svolse un apprendistato di banca e lavorò nella Svizzera franc. Si formò presso la sezione militare del Politecnico fed. di Zurigo. Ufficiale istruttore di fanteria (1896-1918), fu comandante del battaglione di fanteria 98 (1908-10), distaccato presso l'esercito austriaco (1909), comandante del reparto di mitraglieri 2 (1913) e del reggimento di fanteria 25 (1914-15), capo di Stato maggiore del corpo di armata 3 (1914) e della divisione 6 (1917-18), comandante della brigata di fanteria 12 (1918-21), caposezione dello Stato maggiore generale (1919), capo d'arma della fanteria (1920-23), comandante della divisione 3 (1922-23) e capo di Stato maggiore generale (1923-36). Ufficiale di Stato maggiore generale (dal 1906), fu maggiore (1908), tenente colonnello (1913), colonnello (1918), colonnello divisionario (1922) e comandante di corpo (1928). Il suo compito prioritario in veste di capo di Stato maggiore generale fu di analizzare le esperienze degli eserciti durante la prima guerra mondiale e di adattare, di conseguenza, l'equipaggiamento e l'organizzazione delle truppe sviz. ai nuovi materiali bellici e alle nuove modalità di combattimento. Si occupò, tra l'altro, della preparazione dell'organizzazione delle truppe del 1924, dell'acquisto di mitragliatrici leggere, del riordinamento dell'aviazione militare e del servizio di veicoli a motore, del potenziamento dell'armamento della fanteria con armi pesanti, dell'ammodernamento dell'artiglieria, della riforma dell'istruzione, del miglioramento della difesa delle frontiere e dell'elaborazione dell'organizzazione delle truppe del 1938. Accusato nell'estate del 1933 dai media della Svizzera franc. di ritardare la riforma dell'esercito, fu poi difeso da Henri Guisan e Rudolf Minger.

Riferimenti bibliografici

  • K. Bächtold, «H. Roost», in SchBeitr., 34, 1957, 316-320
  • H. R. Kurz, Geschichte der Schweizer Armee, 1985, 95-98
  • L'Etat-major, 6, 105-109, 147-151; 8, 302
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 25.5.1872 ✝︎ 9.6.1936