de fr it

GiuseppeGarampi

28.10.1725 Rimini, 4.5.1792 Roma, catt., di una fam. comitale riminese. Fu canonico di S. Pietro a Roma (1749), prefetto dell'Archivio segreto vaticano (1751), di cui per la prima volta catalogò sistematicamente i fondi, e dell'archivio di Castel Sant'Angelo (1759). In qualità di inviato pontificio al congresso di pace previsto ad Augusta per porre fine alla guerra dei Sette anni, compì missioni diplomatiche in tutta l'Europa occidentale (1761-63). Nel 1764 accompagnò il nunzio di Lucerna, Niccolò Oddi, alla Dieta imperiale di Francoforte per l'elezione dell'imperatore Giuseppe II. Nel 1772 fu nominato vescovo titolare di Beirut e nunzio in Polonia; nel 1776 divenne vescovo della diocesi laziale di Montefiascone e Corneto. Dopo la nomina a cardinale (1785) soggiornò alternativamente a Montefiascone e a Roma, dove svolse incarichi all'interno della curia. È considerato il più eminente diplomatico e il migliore conoscitore del mondo ted. all'interno del Vaticano nella seconda metà del XVIII sec.

Nella primavera del 1762 viaggiò attraverso la Svizzera, dove sostenne Oddi nei suoi vani tentativi di contrastare i fratelli Agnelli a Lugano, Fortunato Bartolomeo de Felice a Berna e François Grasset a Losanna, stampatori che pubblicavano libri ostili ai gesuiti e al pontefice. Diplomatico noto in tutta Europa, fu accolto con tutti gli onori anche nelle città rif. della Conf., constatando in tale occasione l'inferiorità economica, militare e scientifica della Svizzera catt. Grazie a fitti rapporti epistolari con i nunzi sviz. e con singoli studiosi quali ad esempio Johann Rudolf Iselin, fino alla morte ebbe contatti con la Conf. Seguì con apprensione gli effetti della Rivoluzione franc. nel territorio della nunziatura di Lucerna. Protettore del collegio Germanico-Ungarico di Roma, dal 1790 al 1792 appoggiò l'ammissione di studenti sviz., in precedenza contestata.

Riferimenti bibliografici

  • U. Fink, G. Garampi und die Schweiz: 1762-1792, 1990
  • U. Fink, Die Luzerner Nuntiatur 1586-1873, 1997
  • DBI, 52, 224-229
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF