de fr it

GiulioSimonetti

1659 Roveredo (GR), 4.5.1729 Bunzlau (Slesia, oggi Bolesławiec, Polonia), catt., di Roveredo, dal 1689 di Bunzlau. Figlio di Simone, costruttore attivo in Germania. Fratello di Giovanni (->). Ursula Marianna Steinberg. Valido architetto, costruì varie chiese e altri edifici a Bunzlau e nei suoi dintorni. Nel 1690 realizzò il castello di Wehrau (su commissione del conte Erdmann von Promnitz) e la chiesa evangelica di Sagan (oggi Zagan, Polonia). Nel 1692 ultimò la ricostruzione della parrocchiale catt. di Bunzlau, la sua opera principale, per la quale eseguì, a sue spese, l'altare della Resurrezione. Negli anni 1700-02 lavorò all'ampliamento della chiesa parrocchiale di Probsthain (oggi Proboszczów, Polonia), nel 1702 costruì la chiesa di Harpersdorf (oggi Twardocice, Polonia), nel 1709 l'acc. della cavalleria a Liegnitz (oggi Legnica, Polonia) e nel 1720-25 la chiesa evangelica di Halbau (oggi Iłowa, Polonia).

Riferimenti bibliografici

  • A. M. Zendralli, I magistri grigioni, 1958
  • K. Kalinowski, Barock in Schlesien, 1990
  • M. Pfister, Baumeister aus Graubünden, Wegbereiter des Barock, 1993
Link
Altri link
e-LIR
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Cesare Santi: "Simonetti, Giulio", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 25.06.2013. Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/024498/2013-06-25/, consultato il 08.08.2022.