de fr it

Société typographique de Lausanne

La Société typographique de Lausanne fu fondata nel marzo del 1774 su iniziativa di Jean-Pierre Heubach, editore e tipografo. La soc. riuniva gli interessi di diversi azionisti: François-Jacques Durand, professore all'Acc. di Losanna, Louis Scanavin, commerciante di Vevey, Jean-Pierre Duplan, uomo d'affari residente a Berna, e Samuel Kirchberger, membro del Consiglio dei Duecento di Berna. Sotto la direzione tecnica di Heubach, si avvalse della collaborazione di Antoine Saunier, insegnante al collegio di Losanna, e di Jean-Pierre Bérenger, che dal 1775 fu attivo quale consigliere letterario. Dopo una prima collaborazione con la Société typographique de Neuchâtel minata da sospetti reciproci (1774), nel 1778 la Société typographique de Lausanne concluse una convenzione con quest'ultima e con la Typographische Gesellschaft Bern allo scopo di ristampare più rapidamente le novità librarie franc. senza farsi concorrenza. I legami particolari che univano le due soc. di Losanna e Berna (Kirchberger era azionista di entrambe) si concretizzarono nel 1778, quando queste rilevarono in comune una parte del materiale della tipografia Lex di Yverdon, ma soprattutto con la ristampa in ottavo dell'Encyclopédie di Parigi (1778-81). La Société typographique de Lausanne fu sciolta nel 1782, quando le quote di Kirchberger furono riscattate da Heubach, che proseguì l'attività con diverse ragioni sociali.

Riferimenti bibliografici

  • M. Bovard-Schmidt, «Jean-Pierre Heubach, un imprimeur lausannois du XVIIIe siècle», in RHV, 1966, 1-56
  • S. Corsini, «Un pour tous... et chacun pour soi? Petite histoire d'une alliance entre les Sociétés typographiques de Lausanne, Berne e Neuchâtel», in Le rayonnement d'une maison d'édition dans l'Europe des Lumières: la Société typographique de Neuchâtel, 1769-1789, a cura di R. Darnton, M. Schlup, 2005, 115-137