de fr it

Borella

Fam. di notai probabilmente originaria della val Colla, ascritta dal XVII sec. ca. alla comunità di Lugano e successivamente a quelle di Melide e Mendrisio. Vari esponenti del ramo mendrisiense, che apparteneva al patriziato, furono attivi in politica, a livello com., cant. e fed. Tra essi vanno menz. i due Achille (-> e ->), Francesco-Nino (->) e Francesco (1757-1817), che nel 1798 e nel 1799-1803 fu viceprefetto del distr. di Mendrisio e poi, dal 1803, deputato al Gran Consiglio. Alcuni esponenti del medesimo ramo fondarono inoltre l'omonima tipografia e furono editori di diversi fogli informativi diffusi nel cant. durante la prima metà del XIX sec. Anche fra i B. di Lugano vi furono dal XVIII sec. notai che ricoprirono cariche pubbliche.

Riferimenti bibliografici

  • M. Medici, Storia di Mendrisio, 1, 1980, 555

Suggerimento di citazione

Pauli Falconi, Daniela: "Borella", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 31.01.2003. Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/024712/2003-01-31/, consultato il 13.05.2021.