de fr it

Veladini

Fam. di tipografi e librai di Lugano, originaria di Milano. Francesco (1775-1836), tipografo, giunse nel 1801 a Lugano, dove fu attivo presso la stamperia Rossi & Co, aperta per conto del fratello Luigi (1799). Nel 1805 rilevò l'azienda e la rinominò Francesco Veladini & Co e nel 1816 ottenne la cittadinanza di Lugano. La tipografia pubblicò periodici (tra cui Gazzetta Ticinese), testi ufficiali (di cui deteneva l'appalto) e libri di vario genere. Inizialmente di orientamento liberale, con la Restaurazione l'attività editoriale si conformò ai principi conservatori del governo. Alla morte di Francesco, gli subentrarono il figlio Pasquale (->), che adottò una linea ancora più prudente, e poi gli abiatici Francesco (1841-1924) e Antonio (1847-1902). Ceduta nel 1925, la tipografia fu poi accorpata a un'altra stamperia e nel 1978 assunse il nome di Soc. d'arti grafiche già Veladini & Co SA.

Riferimenti bibliografici

  • Monaldo Leopardi: le edizioni Veladini e la collaborazione al "Cattolico", 1998
  • F. Mena, Stamperie ai margini d'Italia, 2003