de fr it

LeConteur vaudois

Organo dell'Ass. vodese degli amici del patois fondato a Losanna nel 1862 da Louis Monnet, deputato al Gran Consiglio vodese, e dal suo collaboratore Henri Renou. La rivista era dedicata a storie e aneddoti locali e popolari, al dialetto vodese, alle scoperte e agli sviluppi nell'agricoltura e nella nuova industria. Fra i suoi collaboratori vi erano noti scrittori vodesi, pastori e intellettuali, come ad esempio Alfred Cérésole e Louis Favrat. Dopo la morte di Monnet (1901) la direzione fu assunta dai giornalisti Julien Monnet, figlio del fondatore, e Victor Favrat, figlio di Louis. Pubblicata settimanalmente fino al 1934, la rivista ricevette negli ultimi anni il sostegno finanziario della Société des amis du Conteur. Dopo una lunga interruzione, uscì mensilmente dal settembre del 1947 all'agosto del 1950 sotto la direzione di Jean Bron e Robert Molles, con il titolo Le nouveau Conteur vaudois, mutato poi in Le nouveau Conteur vaudois et romand e infine in Le Conteur romand, revue pour le maintien des patois et des traditions (1956-68). A partire dal 1964 fu pubblicata a intervalli sempre maggiori.

Riferimenti bibliografici

  • J.-P. Chuard, Des journaux et des hommes, 1993, 152-158