de fr it

Schweizer Familie

Gli Illustrirte Wochenblätter apparvero dal 1893 come supplemento settimanale del quotidiano Die Glatt, pubblicato a Bassersdorf da Eduard Schäubli. Chiamata familiarmente "la rivista rossa" per il colore della sua copertina, fin dal 1894 fu possibile abbonarsi separatamente al periodico. Nel 1933 la Tages-Anzeiger AG ne acquisì i diritti editoriali. Oskar Schäubli, figlio di Eduard, fu caporedattore fino al 1951. Sul piano dei contenuti predominavano romanzi di intrattenimento così come consigli e indicazioni utili per la vita quotidiana. Nel 1960 assunse l'attuale denominazione di Schweizer Familie. Dopo le fusioni con Schweizer Heim (1971) e Mosaik (1974), nel 1984 la rivista illustrata più importante della Svizzera raggiunse la tiratura massima di 303'000 esemplari. In seguito la tiratura diminuì (186'098 copie nel 2010), nonostante che dalla metà degli anni 1980-90 l'accento fosse stato posto sulle rubriche di servizio (consigli e suggerimenti) e il rapporto con i lettori rafforzato. Fino al 1992 la Schweizer Familie fu venduta solo in abbonamento.

Riferimenti bibliografici

  • Schweizer Familie, 1.11.1968 (n. commemorativo)
  • AA. VV., Medien zwischen Geld und Geist, 1993, 227-299