de fr it

Schweizer Frauen-Zeitung

Periodico fondato nel 1879 a San Gallo da Elise Honegger per rafforzare il ruolo di moglie e madre della donna borghese e facilitarne l'accesso al mondo del lavoro. Pubblicò settimanalmente consigli sulla gestione dell'economia domestica e sui compiti della donna in fam., informando però anche sugli avvenimenti politici e sul movimento femminista in Svizzera e all'estero. La Schweizer Frauen-Zeitung fu una delle prime riviste femminili a ottenere successo commerciale e servì temporaneamente da organo per l'Unione delle donne sviz., creata nel 1882 su iniziativa di Elise Honegger. Quest'ultima vendette la rivista alla casa editrice Ringier nel 1911, ma rimase redattrice fino a poco prima della morte (1912). L'anno successivo la rivista fu unita alla Frauen- und Moden-Zeitung für die Schweiz.

Riferimenti bibliografici

  • B. Marti, Die Schweizer Frauenpresse von den Anfängen bis 1985, 1987
  • B. Mesmer, Ausgeklammert - Eingeklammert, 1988