de fr it

Gmür

Fam. menz. per la prima volta nel 1433, originaria di Amden, che nel XVII sec. si suddivise nelle due linee dei Grossgmür e dei Kleingmür. Un ulteriore ramo risiedeva a Murg. Tra i Grossgmür si distinsero il sindaco Gallus (1775-1850) e i suoi discendenti, tra cui vi furono giuristi, commercianti, uomini politici come Leonhard (->), Josef (->) e Hans (->), oltre a musicisti come Rudolf (1857-1921, cantante da camera a Weimar) e Theodor (1859-1929, maestro di cappella del duomo di Cork). Gli Ammann del capitolo di Schänis discesero dal ramo di Murg (1690-1765), a cui appartennero anche Max (->) e Harry (->). I fratelli Johann Caspar (1732-1810, luogotenente del balivo nel Gaster) e Franz Dominik (1745-1819, alfiere) a Schänis diedero origine, risp. nel 1761 e nel 1768, alla linea del Linthhof e a quella del Rathaus. Di quest'ultima fece parte il colonnello Dominik (->), radicale. La linea del Linthhof, di orientamento conservatore, che annoverava tra i suoi esponenti Dominik (->), Xaver (->) e Ignaz (1775-1848, membro del Gran Consiglio), all'inizio del XIX sec. fu una delle fam. più influenti del cant. San Gallo. Berchtold (1856-1913), fabbricante di motori, nipote di Ignaz, nel 1913 costruì un'automobile elettrica, mentre suo figlio Alfred (1887-1916) nel 1911 sviluppò a Emmishofen il procedimento per la laminazione dei fogli d'alluminio.

Riferimenti bibliografici

  • G. Gmür, Die Nachkommen von Gallus Gmür (1775-1850), ms., s.d. (presso StASG)
  • J. Seitz, Geschichte der Familie Gmür von Schänis, ms., 1936 (presso KBSG)