de fr it

Schild

Manifesto pubblicitario per le biciclette Cosmos, 1935 (Museum für Gestaltung Zürich, Plakatsammlung, Zürcher Hochschule der Künste).
Manifesto pubblicitario per le biciclette Cosmos, 1935 (Museum für Gestaltung Zürich, Plakatsammlung, Zürcher Hochschule der Künste). […]

Importante fam. di industriali (anche detta Schilt) di Grenchen, dove sono menz. la prima volta nel 1376. Nel XVII sec. gli S. ricoprirono a più riprese la carica di alfiere; altri erano attivi come mugnai. Philipp Johann (1767-1853) fu il capostipite dei rami che avviarono l'industria orologiera a Grenchen nel XIX sec. Il suo abiatico Urs (->) acquisì la fabbrica di abbozzi, da cui in seguito nacque la ditta orologiera Eterna; diede vita alla linea degli S.-Rust, i cui principali esponenti furono Theodor (->) e Rudolf (->). Theodor, che nel 1894 fondò a Bienne la fabbrica di biciclette Cosmos, fu proprietario e direttore dell'Eterna (dal 1899) e della fabbrica di abbozzi di orologi Eta (dal 1924), ditte che poi diresse anche Rudolf. Il figlio di Urs, Leo Otto (1876-1941), giornalista, fondò con Gottlieb Vogt-S. la tipografia Vogt-Schild AG a Soletta, che pubblicava la Solothurner Zeitung. Adolf (->), capostipite del ramo degli S.-Hugi, fondò la ditta per abbozzi di orologi A. Schild & Cie e guidò i catt.-cristiani durante il Kulturkampf a Grenchen. Anche i suoi tre figli Adolf (->), César (->) e Robert (->) ebbero posizioni dirigenti nell'industria orologiera e svolsero un ruolo importante nella creazione della Ebauches SA (1926). Nel 1922 un altro S., Adrian (->), fondò la Tuch AG (più tardi Schild AG).

Riferimenti bibliografici

  • Archivio svizzero di genealogia, 2, 1945-1948, 314; 3, 1948-1956, 157
  • A. R. Schild, Schild-Hugi-Bilderbogen, 1997
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF