de fr it

StadlerZH

Fam. cittadina di Zurigo, il cui capostipite fu Antoni, carpentiere di Uri, che nel 1504 ottenne la cittadinanza zurighese e dal 1517 fece parte del Gran Consiglio della città di Zurigo. Fino al XVIII sec. gli S. furono attivi come artigiani, annoverando carpentieri, scalpellini, carrai, sarti, calzolai e orologiai (come Johann Rudolf, ->). Nel XVII sec. alcuni suoi esponenti rivestirono cariche ecclesiastiche. Dopo Heinrich (1639-1675), la fam. contò tre generazioni di fumisti. Hans Conrad (1691-1738), sarto, fratello dell'ultimo fumista David (1682-1763), fu all'origine del ramo dei carpentieri e capomastri. Suo figlio e il suo abiatico detennero la carica di carpentiere della città di Zurigo. Nel XIX e all'inizio del XX sec. numerosi S. furono attivi come architetti e capomastri, tra cui Hans Konrad (->), suo figlio Julius (->) e suo nipote Ferdinand (->).

Riferimenti bibliografici

  • A. Krayer, Die Baumeister- und Künstlerfamilie Stadler in Zürich und ihre Beziehungen zur Kunst im 19. Jahrhundert, [1948]
  • H. M. Gubler, H. P. Rebsamen, «Beiträge zur Baumeister-Familie Stadler von Zürich», in Zürcher Chronik, 40, 1972, 75-79
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Hürlimann, Katja: "Stadler (ZH)", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 23.02.2012(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/025141/2012-02-23/, consultato il 20.06.2021.