de fr it

MartinSchmid

26.9.1694 Baar, 10.3.1772 Lucerna, catt., di Baar. Figlio di Martin, tesoriere, e di Maria Katharina Hurter. Dopo il ginnasio gesuita a Lucerna, compì il noviziato presso i gesuiti a Landsberg (Baviera, 1717) e studiò a Hall (Tirolo) e Ingolstadt. Nel 1726 fu ordinato sacerdote e designato missionario in Sudamerica, ma la guerra anglo-spagnola rinviò la sua partenza da Siviglia fino al 1728. Da Buenos Aires, passando per Potosí, nel 1730 raggiunse il territorio missionario dei Chiquitos (oggi Bolivia). Operò soprattutto a San Javier. La sua attività missionaria testimonia in maniera esemplare come nelle missioni gesuite, le cosiddette riduzioni, la cura delle anime catt. tradizionale (liturgia, predica, catechesi, culto mariano, assistenza ai malati) fosse accompagnata dall'acculturazione degli indios. Avvalendosi del suo talento manuale, artistico e musicale - fu tra l'altro compositore -, S. insegnò agli indigeni le attività di tessitore, vasaio, fonditore di stagno e di campane, carpentiere, intagliatore in legno, fornaciaio e costruttore di strumenti musicali. A San Rafael, San Javier e Concepción progettò e costruì chiese ad aula in legno, adattate allo stile barocco coloniale locale (1745-55). Nelle lettere ai familiari e ai confratelli fornì un resoconto delle sue attività. Dopo 38 anni di attività missionaria fu colpito dal decreto di espulsione del governo spagnolo e deportato in Spagna via Arica (oggi Cile settentrionale). Nel 1770 tornò nella provincia gesuita della Germania meridionale e dal 1771 risiedette nel collegio gesuita di Lucerna.

Riferimenti bibliografici

  • Corrispondenza presso StAZG
  • Lettere presso Bayerisches Hauptstaatsarchiv, Monaco di Baviera
  • F. A. Plattner, Ein Reisläufer Gottes, 1944
  • R. Fischer (a cura di), P. M. Schmid SJ, 1694-1772, 1988
  • M. Schmid, 1694-1772, cat. mostra Lucerna, 1994
  • E. Kühne, Die Missionskirchen von Chiquitos im Tiefland von Bolivien, 2 voll., 2008
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF