de fr it

FridolinRyff

ca. 1488 Basilea, 1554 Basilea, rif., di Basilea. Figlio di Peter, tessitore, tintore e Consigliere. Cugino di Diebold (->). una Ursula. Nel 1529 in qualità di membro dei Sei (Sechser) della corporazione dei tessitori fece parte della commissione per l'elaborazione di un nuovo ordinamento consiliare. Fu amministratore della certosa di Basilea (1529/30), maestro della corporazione dei tessitori (1530-54) e come tale membro del Piccolo Consiglio di Basilea; nel 1538 fu deputato e rivestì numerose altre cariche. Nel suo lascito è contenuta una cronaca di Basilea di un autore sconosciuto, che copre il periodo dal 1514 al 1541. Questa testimonianza dell'epoca della Riforma venne attribuita a R. e pubblicata nel 1872 come Die Chronik des Fridolin Ryff. Convinto sostenitore della dottrina rif., l'autore del testo addossa tutte le colpe delle lotte e della divisione confessionale ai catt., inveisce contro il servizio mercenario (trattato di alleanza con la Francia, 1521) e mostra molta simpatia per la rivolta dei contadini del 1525.

Riferimenti bibliografici

  • Feller/Bonjour, Geschichtsschreibung, 1, 200 sg.
  • M. Füglister, Handwerksregiment, 1981
  • P. L. Nyhus, «In Praise of Tumult», in Querdenken, a cura di M. Erbe et al., 1996, 57-74
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ ca. 1488 ✝︎ 1554