de fr it

Andermattfamiglia

Fam. di Baar (ZG) con numerose diramazioni, probabilmente originaria di Bremgarten (AG) o del cant. Obvaldo. Primo esponente noto è Jost, attestato nel 1473 nella curtis di Tann-Deibüel. Nel XVI sec. gli A. possedevano varie curtes, situate in maggioranza nel territorio della corporazione com. di Baar-Dorf, di cui gli A. divennero membri al più tardi in quest'epoca; nel 1646 Rudolf entrò a far parte della corporazione com. di Grüt. Heinrich, attestato nel 1540 quale membro del Consiglio della città e del baliaggio di Zugo, prese parte nel 1566 alla rielaborazione della raccolta delle leggi di Zugo; membro del Consiglio fu pure Johann, suo abiatico. Jakob (->), figlio di Johann, nel 1650 acquistò il mulino di Obermühle a Baar e fondò una dinastia di sei generazioni di mugnai; l'ultimo di essi, Franz Joseph (->), cessò l'attività nel 1812. Jakob fu anche il primo Ammann di questo ramo della fam., rappresentato quasi sempre in Consiglio fino all'epoca contemporanea: fra i suoi esponenti si annoverano nove Ammann, quattro dei cinque balivi della fam., uno dei due Consiglieri agli Stati, Othmar (->), e ambedue i cancellieri cant. Sostenitori dei "moderati", nel XVIII sec. alcuni A. di questo ramo furono direttamente coinvolti nel conflitto che oppose questa fazione a quella dei "duri" (Harten- und Lindenhandel)->). A partire dal XVII sec. alcuni A. si stabilirono a Lucerna, dove Jakob (->) aveva ottenuto la cittadinanza. Qui il capitano Johann Jakob (1679-1740) prese in moglie una Pfyffer von Altishofen; gli A. strinsero pure legami matrimoniali con varie fam. di Consiglieri di Zugo. Numerosi furono pure gli A. che abbracciarono la carriera ecclesiastica; tuttavia, la maggior parte di essi, come il parroco Christian Leonz (1690-1757), che nel 1725 fu all'origine dell'affare di Udligenswil, non discende dalla fam. da cui provengono i magistrati.

Riferimenti bibliografici

  • A. Müller, Geschichte der Korporation Baar-Dorf, 1945
  • F. Hotz, «Andermatt von Baar», in Heimatbuch Baar, 1954, 3-11 (con tav. genealogica)