de fr it

Iten

Antica fam. della valle di Ägeri (ZG), una delle sette i cui membri a dipendenza del loro domicilio potevano esercitare i loro diritti sia nella corporazione (comunità) di Oberägeri sia in quella di Unterägeri. Primo I. nella valle fu nel 1400 Heini, originario del vicino Paese di Svitto, padre di Johann (->), che acquisì anche la cittadinanza di Zugo, e di Andreas. I discendenti diedero presto vita a numerosi rami, che si diffusero su tutto il territorio com. Nel 1850 quasi un terzo della pop. della valle portava questo cognome, il che rese necessario l'utilizzo di soprannomi distintivi. Numerosi I., spec. della parte inferiore della valle (in seguito com. di Unterägeri), ricoprirono una posizione di rilievo, a iniziare da Johann e Kaspar (->), risp. figlio e abiatico di Heini, che furono Ammänner del cant. Zugo e balivi. Christian, un abiatico di Kaspar, guidò alla vittoria le truppe catt. nella battaglia sul Gubel (1531); suo figlio Johann Christian (->) ricoprì la carica di balivo del Rheintal. Nel XVII sec. Andreas (->) fu Ammann, così come numerosi suoi discendenti: suo nipote Nikolaus (->), il suo pronipote Nikolaus (->) e Johann Heinrich (->); a questo ramo appartenne anche Melchior (1650-1697), l'unico cancelliere cant. proveniente dalla valle di Ägeri. Un altro Johann Heinrich, Ammann nel 1700-02, fu l'ultimo I. titolare di un'importante carica cant. fino a Klemens (->), Consigliere di Stato dal 1852 al 1859. Gli uffici pubblici si concentrarono in un numero ridotto di linee, come quella degli I. zum Kreuz (dal nome della più antica locanda di Unterägeri), avviata da Nikolaus (->) e detentrice di numerose cariche fino al XX sec. (Bonaventura, ->). Anche gli ecclesiastici, religiosi e secolari, sono più numerosi in alcuni rami: fra di essi figurano Johann Franz (1633-1697), Basilius, abate di Rheinau, e molti parroci. Dal 1687 al 1872 un beneficio degli I. fu messo a disposizione soprattutto di ecclesiastici della fam.

Riferimenti bibliografici

  • Schweiz. Geschlechterbuch, 1, 236 sg.
  • A. Iten, Die Iten Talleute zu Ägeri, 1962
  • Ägerital - seine Geschichte, 2003
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF