de fr it

Dreyfus

Fam. di banchieri basilese, isr., originaria di Sierentz (Alsazia). Nel 1812 Isaak (1786-1845) ottenne dalla città di Basilea il permesso di soggiorno e la licenza per l'esercizio del commercio. Nel 1823 si iscrisse come ditta individuale nell'annuario basilese del registro di commercio. Sotto la guida dei suoi figli, Samuel D.-Neumann (1820-1905) e Leopold D.-Hirsch (1818-1885), l'impresa, rinominata Isaak Dreyfus Söhne nel 1849, divenne una delle principali banche private basilesi. Samuel fu - come in seguito suo figlio Jules (->) - pres. della comunità isr. di Basilea (1863-96), oltre che delegato della Svizzera presso l'Alleanza isr. universale e attivo benefattore. A Francoforte sul Meno e a Berlino suo fratello Jacques D.-Jeidels fondò la banca J. Dreyfus & Co (1868), che nel 1939 venne "arianizzata". Paul D.-de Gunzburg (1895-1967), della quarta generazione, figlio di Jules (Dreyfus Söhne & Cie AG, 1942), durante il nazismo si adoperò con sua moglie Vera (->) in favore dei profughi ebrei. Nella quinta e nella sesta generazione la banca è gestita da Hans Guth-D., Richard D. (della linea D.-Jeidels) e Andreas Guth.

Riferimenti bibliografici

  • Encyclopaedia Judaica, 6, 1972, 223 sg.