de fr it

BaumgartnerVD

Manifesto pubblicitario della ditta Baumgartner Papiers SA in occasione dei 140 anni dello Stato federale. Offset a colori (Museum für Gestaltung Zürich, Plakatsammlung, Zürcher Hochschule der Künste).
Manifesto pubblicitario della ditta Baumgartner Papiers SA in occasione dei 140 anni dello Stato federale. Offset a colori (Museum für Gestaltung Zürich, Plakatsammlung, Zürcher Hochschule der Künste).

Fam. originaria di Cham, insediatasi nel canton Vaud con Joseph, assunto nel 1887 dalla ditta Stouky, e Friederich, che commerciava in carta a Losanna. Dapprima operaio, poi socio della ditta, Joseph la rilevò nel 1924. Artefice del successo dell'impresa, egli ne ampliò le attività con i figli Pierre (1903-1965), Maurice (1899-1976) e André (1907-1980), avvocato a Losanna, deputato in Gran Consiglio (1949-53), che presiedette il consiglio di amministrazione. Al commercio all'ingrosso vennero ad aggiungersi la lavorazione della carta e soprattutto, dal 1937, la fabbricazione di filtri per sigarette, attività che si rivelarono molto proficue per la ditta che nel 1947 aprì una succursale a Zurigo, poi trasferita a Brunegg (1975). Nel 1957, la gestione poco oculata di Pierre causò il fallimento della ditta. La nuova società, Baumgartner Papiers SA, la cui sede sociale fu trasferita a Crissier nel 1971, riorganizzata da Maurice, si riprese e si insediò all'estero. Presente nei cinque continenti, oggi essa possiede filiali in Francia, Spagna e Stati Uniti. Nel 1991 Jacques B. presiedeva il consiglio di amministrazione. Divenuta nel 1999 Baumgartner Papiers Holding SA, il gruppo dava lavoro nel 2000 a 1104 persone (di cui 780 in Svizzera) e realizzava una cifra d'affari di 356 milioni di frs.

Riferimenti bibliografici

  • AA. VV., Portraits de 250 entreprises vaudoises, 1980, 185 sg.
  • Premier centenaire: 1887-1987, [1987]