de fr it

Vincent

Fam. vodese, originaria di Le Châtelard (oggi com. Montreux) dal XVI sec. I suoi primi esponenti, tra cui il capostipite François, il figlio Odet e l'abiatico Jean-Pierre (1653), si installarono a Chailly e nei dintorni di Montreux, dove furono viticoltori o agricoltori. I V. annoverarono anche dei notabili, come il figlio di Jean-Pierre, Jean-Louis (1698-1759), luogotenente di giustizia. Jean-François (1727-1798) fu pastore rif. e il fratello minore Henri (->) diede origine a quattro generazioni di stampatori. Suo figlio David-Emmanuel (1772-1826) rilevò l'attività, che poi passò agli abiatici Henri-Emmanuel il Vecchio (1799-1846) e Louis-Daniel-Isaac (1800-1857), che ne fu il direttore. A quest'ultimo succedette Henri-Louis-François (1821-1859), amministratore e contabile. Alexis-Georges (1817-1854), pure stampatore, dopo aver soggiornato a Ginevra e in altre parti della Svizzera, si arruolò nelle truppe sviz. a Napoli (1842), dove morì. Infine Lucien (1843-1910) diresse l'impresa dopo aver viaggiato in Francia; nel 1910 vendette la tipografia, che fin dagli inizi aveva dato alle stampe la Gazette de Lausanne.

Riferimenti bibliografici

  • L. Junod, De l'Imprimerie Vincent à l'Imprimerie centrale de Lausanne, 1948