de fr it

Dufaux

Fam. originaria di Boveresse, stabilitasi a Ginevra con Jean-Antoine, che vi sposò una Dutoit nel 1773 e i cui due figli diedero origine ad altrettante dinastie di artisti. Capostipite del ramo primogenito, quello degli smaltatori, fu Jean-Antoine (1775-1855), disegnatore di indiane sposato con una Pourrière, che risiedette dapprima a Lione e poi a Boudry e nel 1823 acquisì la cittadinanza di Ginevra. Suo figlio Louis (1802-1884), nato a Lione, all'inizio del XIX sec. si trasferì da Boudry a Ginevra. Si specializzò nella pittura floreale su smalto e nella fabbricazione degli smalti stessi. I suoi figli Pierre (1825-1873) e Marc (1833-1887), che fu anche deputato nel Gran Consiglio ginevrino, i suoi abiatici Antoine (1866-1936, direttore del Museo d'arte e di storia) e Gabriel (1879-1938) proseguirono la tradizione fam., a doppia vocazione artistico-industriale, continuata pure dalla figlia di Louis, coniugata Millenet, e dai figli e dagli abiatici di quest'ultima. Il ramo cadetto discende da David-Henri (1785-1871), incisore e scultore, capostipite di una dinastia di incisori, scultori e pittori: Frédéric-Guillaume (1820-1872), Frédéric (->) e Henri (->). Quest'ultimo, insieme al fratello Armand (->), come lui pioniere dell'aviazione, fondò l'impresa Motosacoche. I loro due cugini Charles (1879-1950) e Frédéric (1881-1962), industriali (dapprima nel settore automobilistico poi in quello dell'illuminazione) batterono nel 1905 il record mondiale di velocità in automobile.

Riferimenti bibliografici

  • AEG
  • AEN
  • DBAS, 282 sg., 729