de fr it

MartinGE

Antica fam. di Ginevra stabilitasi nel XIV sec. a Campois (com. Meinier) e nel XV sec. a Sionnet (com. Jussy). Ottenne la cittadinanza di Ginevra nel 1504 con Nicod, carpentiere, il cui figlio non ebbe discendenti, e, nel 1579, con Girard, panettiere. Da allora, grazie ai loro legami di parentela, i M. detti de Jussy, compirono una lenta ascesa sociale che consentì loro di accedere al Consiglio dei Duecento, di arricchirsi e di rivestire prestigiosi incarichi all'estero. Fra le personalità di maggiore rilievo spiccano Jean-Ami (->), pastore rif., Claude-Etienne detto M. d'André (1748-1823), pres. del tribunale commerciale di Parigi, nobilitato da Luigi XVIII, e Alexandre-Louis M.-Aubert (1786-1826), membro del Consiglio rappresentativo e sindaco di Plainpalais (oggi com. Ginevra).

Riferimenti bibliografici

  • Galiffe, Notices généal., 2, 238-249
  • Schweiz. Geschlechterbuch, 5, 877-884